L'azienda

Dai "Sulky" alle più esclusive ruote per bici da corsa del mondo.

  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur
  • Lightweight Manufaktur

Qualche volta sentiamo raccontare storie di persone che, mosse da grandi passioni e capacità ancora più grandi, cominciano a costruire qualcosa nel box di casa e finiscono per cambiare il mondo. Una di queste storie incredibili appartiene sicuramente a Heinz Obermayer e al suo collega di lavoro. Tutto cominciò coi cavalli e le auto da corsa..chiedersi a questo punto cosa possano mai avere in comune queste due cose è legittimo. Ebbene, le due persone protagoniste di questa storia, grazie alla loro propensione verso i materiali compositi, avevano già esperienza nella costruzione di componenti per auto e ruote in carbonio per sulky, i carri usati nelle competizioni di trotto, e il tutto avveniva nel loro garage per trattori di Monaco. Un giorno qualcuno andò da loro e chiese: Perché non provi a fare una ruota per le bici da corsa?” E il resto è storia. Dopo alcuni anni di lavoro, la loro prima ruota lenticolare nacque nel 1990, seguita dalla prima ruota a raggi, sei anni più tardi. Il 1996 fu anche l’anno in cui Johan Mussew acquistò una coppia di ruote Lightweight e, con quelle, conquistò il campionato del mondo in linea.

Quelle ruote nate in un garage per trattori portarono Bjarne Riis a vincere il Tour de France quello stesso anno, e aiutarono Jan Ullrich l’anno successivo a raggiungere lo stesso traguardo. Non ci volle molto perché altri tra i corridori più forti del mondo riconoscessero l’incredibile qualità e performance di queste ruote. Molti di loro commentarono: “ La prima volta che le usi, non puoi fare a meno di guardarti attorno perché hai la sensazione che qualcuno ti stia spingendo”. La propulsione e la dinamica di movimento sono sempre state il segno di riconoscimento di queste ruote che sono il diretto risultato di una combinazione esclusiva di fattori: I migliori materiali reperibili, anni di esperienza e una competenza assoluta.

Mentre Heinz Obermayer si accingeva a chiudere il suo garage per trattori per un ben meritato ritiro, successe l’inevitabile: Durante una fiera dedicata alle biciclette, un’azienda appena nata, CarbonSport, presentava il suo nuovo telaio da strada, assemblato con le più esclusive e tecnologicamente avanzate ruote sul mercato. Coloro che si avvicinavano attratti dal telaio, rimanevano del tutto esterrefatti quando prendevano le Lightweight in mano. Nell’ottobre 2003, Lightweight cominciò ad essere commercializzata sotto il nome di CarbonSport, e ora Obermayer lavorava a stretto contatto con gli specialisti del carbonio di Friedrichshafen per produrre e sviluppare le sue ruote.

Lightweight è fiera del percorso che si è lasciata alle spalle: un decennio di eccellenza ingegneristica e di vertice nella lavorazione della fibra di carbonio. Dai primi anni novanta, quando Heinz Obermayer sviluppò la prima ruota totalmente in carbonio nella sua officina, i processi manuali di lavorazione sono stati la chiave fondamentale, una vera sfida alle tendenze hi-tech dell’era digitale. La meticolosa cura dei dettagli, la ricerca della perfezione e i precisi processi di lavorazione hanno permesso a Lightweight di costruire le ruote più esclusive che esistono, quelle con cui i migliori ciclisti del mondo inseguono la gloria.